header
Inizio |  Bio |  Discografia |  Live |  Foto |  Strumentazione |  Media |  Negozio |  Extra |  Contatti |  Links |  Guestbook |  English | 
 
Amplificatore a valvole

Il suono dell'amplificatore a valvole è da sempre sinonimo di timbro della chitarra rock. Si dice che il suono di un valvolare è più "caldo" rispetto ad altri sistemi a stato solido come transistor, mosfet. La saturazione in un valvolare aumenta in modo graduale aumentando il volume cosa che non succede negli ampli a stato solido, che tra l'altro non sono stati progettati per distorcere e dove la distorsione viene simulata tramite circuiti elettronici.

Questo timbro tanto caro infatti viene dato dalle valvole, componente elettrico inventato agli inizi del secolo scorso. Tra gli anni '40 e '70 era incluso in quasi tutti gli aparecchi elettrici e ora totalmente superato se non per l'utilizzo per gli strumenti musicali e l’Hi-Fi d’alto livello. Non entrerò in dettagli tecnici di costruzione della valvola, ma cercherò di dare una semplice panoramica che può essere utile ai chitarristi o musicisti in generale. Se il vostro ampli è interamente valvolare, e non ibrido (tipo valvestate), potete notare come esso ha due set di valvole. Il primo set sono valvole piccole dette anche valvole del "pre", mentre quelle grosse sono le valvole del "finale".

Pre
La mia testata della Marshall contiene 3 valvole preamplificatrici. Il numero di queste può variare negli amplificatori. Le valvole del pre amplificano il debole segnale proveniente dalla vostra chitarra e servono a modellare il timbro tramite i controlli di tono quali alti, medi, bassi, presenza...
Le valvole del pre controllano anche il gain, la distorsione del pre. La valvola forse più usata nei pre è la 12AX7 (come viene chiamata in USA) o ECC83 (il nome europeo). In alcuni modelli d'ampli con il riverbero, esiste un'ulteriore valvola di tipo 12AX7.


Finale
Le valvole finali hanno lo scopo di dare dinamica e potenza al segnale. Anche le valvole del finale possono andare in saturazione e quindi distorcere. La saturazione di quest'ultime crea un suono corposo e dinamico, tanto ricercato (ascoltatevi il primo album dei Van Halen o qualsiasi album degli AC/DC). Le valvole più comuni per i finali sono le EL34 e le 5881. Di solito gli amplificatori a 50w montano 2 valvole, mentre quelli a 100w ne montano 4. Personalmente trovo la saturazione del finale più gradevole della saturazione del pre che da sola produce un suono "zanzaroso". E' la combinazione di queste due distorsioni che crea il suono definitivo. Attenzione, negli ampli a 100w, non rimuovere mai 2 valvole per avere metà potenza. Inoltre, non usare mai l'ampli senza la cassa attacata (o carico alternativo). L'uso dell'ampli senza cassa può procurare gravi danni all'ampli.

Scalda, fredda
Le valvole lavorano a temperature molto elevate, sopratutto le valvole del finale, per questo motivo gli amplificatori sono dotati di uno switch "standby" che serve a tenere l'ampli nello stato di riscaldamento prima di operare a pieno regime. Con un paio di minuti di "standby" l'amplificatore arriverrà alla temperatura ottimale. Saltando questo processo le valvole faticano di più, aumentando il loro consumo e riducendo inevitabilmente la loro vita. Finita la nostra performance è di norma lasciare freddare le valvole. Quando sono calde, sono più fragili e di conseguenza più sensibili a spostamenti o peggio, eventuali botte.

Vita
Le valvole hanno una durata limitata non facilmente quantificabile. La loro vita è legata all'uso e ad alcune caratteristiche costruttive degli amplificatori stessi. Di norma le valvole del finale in un'ampli usato 2-3 volte a settimana possono durare dai 18 ai 24 mesi. Quelle del pre invece, si consumano molto di meno e di solito hanno una doppia durata. La durata delle valvole varia anche in base allo stile musicale, se vi piace la saturazione del finale e quindi suonate sempre a volume 10, le valvole si consumeranno più velocemente. Anche se sul mercato esistono diverse compagnie che vendono valvole come Mesa Boggie, Marshall, Svetlana...etc, le valole attualmente vengono fabbricate solo in Cina, Russia ed est europa. Le compagnie come Marshall, Mesa...non fanno altro che fare la selezione delle valvole e mettere il loro marchio.

Bilanciamento
Le valvole del finale vengono vendute in coppia e bilanciate. Bilanciate significa che sono state selezionate per carrateristiche simili, cioè consumano la stessa quantità di corrente quando in funzione. La maggior parte degli amplificatori sono stati progettati per essere utilizzati con valvole finali bilanciate. Anche valvole dello stesso tipo e costruite nello stesso momento avranno delle caratteristiche differenti. Misurando i valori della corrente mentre operative, le valvole vengono selezionate e accopiate. Usare valvole non bilanciate comporterà un funzionamento non equlibrato. Questo provocherà un accellerato consumo delle stesse.

Sintomi
Le valvole del finale di solito hanno solo due stadi: funzionano o non funzionano. Il saltare del fusibile è spesso una conseguenza di valvola finale da sostituire. Una valvola consumata o diffettosa richiederà più corrente quando lavora a pieno regime causando il sovracarico elettrico e il saltare dei fusibili. Se invece, l'ampli emette un fischio anche quando non c'è nessuno strumento attacato all'ampli, questo è un segnale di valvole del pre da sostituire. Di solito il volume del fischio aumenta con l'aumentare del volume. Questo fenomeno è detto anche microfonia della valvola. Altri sintomi delle valvole del pre difettose sono: mancanza di volume, mancanza di frequenze basse, mancanza delle frequenze alte.

Cambio
Il cambio delle valvole va di solito affidato ad un tecnico esperto. Mentre le valvole del pre si cambiano semplicemente rimuovendo le vecchie e mettendo quelle nuove, le valvole del finale necessitano di un settaggio, chiamato regolazione del bias (esistono anche ampli a bias fisso). Attenzione ad usare sempre lo stesso tipo di valvole. Se le vostre finali sono le EL34, dovete usare solo quelle. Alcuni costruttori suggeriscono di cambiare tuto il set di valvole quando c'è segno di cedimento. Man mano che si consumano, le valvole consumano più corrente, quindi mettendo una valvola nuova tra altre più consumate, provocherà un consumo più veloce della valvola nuova.

Bias
Una volta sostituite le valvole, va effettuata la regolazione del bias. Le piccole valvole del pre non necessitano della regolazione del bias, mentre per le valvole del finale è consigliato ad ogni cambio di set. Il biasing è in realtà il settaggio della quantità di corrente che usano le valvole. Questa è un operazione che non dovremmo fare da soli se non esperti. L'ampli e le valvole operano a voltaggi elevati che possono essere letali. Il biasing serve per far funzionare l'ampli a regime ottimale e aiuta ad estendere la vita delle valvole. Inoltre, il biasing influisce anche sul timbro finale dell'ampli.

Conclusione
Questa era una breve panoramica per quanto riguarda l'uso delle valvole negli ampli per chitarra e come conviverci. Se avete qualche commento o idea scrivete!
mp, aprile 2005

 
© 2019 markopavic.com  |  Cookie policy